“Il nostro albero rubato”: gli alunni della Castaldi cronisti per Il Cactus

Tra la notte del 2 e 3 Maggio 2018 è stato rubato un albero, precisamente un pino che abbelliva il plesso Marchesa dell’Istituto “Castaldi Rodari” di Boscoreale.

Esso era curato insieme all’orto dai “Paladini dal Pollice Verde“, il cui club scolastico è stato inaugurato il 23 Marzo scorso.

Sono stati proprio i Paladini a segnalare la scomparsa dell’albero, che subito hanno provveduto a denunciare il furto ai carabinieri.

Secondo le testimonianze di alcuni ragazzi del club, i ladri potrebbero essere degli adulti, forse di nazionalità straniera. Una testimonianza probabilmente veritiera, dato che molte persone nei dintorni della scuola hanno subito simili furti di piante dai propri giardini.

L’albero della Castaldi era soprannominato “Pino” dai Paladini ed era alto quasi due metri: aveva gli aghi di colore verde acceso e nel periodo natalizio veniva addobbato dagli alunni della scuola.

I Paladini dal Pollice Verde lo definivano “albero magico“. La magia, infatti, risiede nell’osservazione costante e appassionata dell’evolversi della natura, sensibile ai cambiamenti climatici e alle azioni spesso nocive e illegali compiute dagli esseri umani.

Gli alunni della II A della Secondaria di I Grado della Castaldi, a rotazione insieme ai professori, tra cui l’ideatrice del club, Carmela Casinelli, curano le aiuole antistanti l’ingresso della scuola e l’orto retrostante.

Il verde è tutelato da questi ragazzi con passione anche al plesso Passanti, dove persino i collaboratori scolastici offrono un valido aiuto nella piantumazione.

Proprio a Passanti è ubicato il club dedicato all’attivista Ferdinando Servino, che in vita ha offerto il proprio tempo alla scuola per attività di formazione ambientale.

Concludendo, si arriverà al nome e al volto del ladro della magia?

di Antonio Palomba e Gennaro Vitiello,
inviati speciali del Club dei Paladini dal Pollice Verde