Comunali 2018 a San Giuseppe Vesuviano: Antonio Agostino Ambrosio candidato sindaco con 9 liste - Il Cactus

Comunali 2018 a San Giuseppe Vesuviano: Antonio Agostino Ambrosio candidato sindaco con 9 liste

Nove liste composte in gran parte da giovani proposte, con una prevalenza di quote rosa: è l’esercito di 144 candidati che si prepara a sostenere Antonio Agostino Ambrosio alle elezioni comunali 2018 a San Giuseppe Vesuviano.

Il medico primario di Chirurgia Generale all’Ospedale di Nola si è distinto negli ultimi anni per una ferrea opposizione al sindaco uscente, Vincenzo Catapano, e subentra come candidato a Gianni Giugliano, amico venuto a mancare lo scorso anno, stimatissimo dalla comunità sangiuseppese, nel ricordo del quale si è aperta la campagna elettorale.

Non solo: tante le iniziative di beneficenza portate avanti con l’associazione MamAfrica in sostegno dei poveri e degli ultimi della terra, come la costruzione dell’Ospedale “San Giuseppe Vesuviano” in Togo e le missioni umanitarie in Africa con il supporto del Gruppo Neuromed.

Una scelta dettata dal cuore che ha riscosso consensi unanimi, sintetizzata nello slogan “Insieme si può”.

Quindici i punti del programma di Ambrosio, delineati in riunioni a porte aperte con i cittadini: tra i temi caldi l’immigrazione, il lavoro, il rilancio del commercio, l’ambiente e le politiche sociali a favore di giovani e fasce deboli.

Non un “libro delle favole” ma obiettivi concretamente attuabili, anche grazie all’istituzione di un ufficio ad hoc per la ricerca di finanziamenti regionali, nazionali ed europei: dalla riqualificazione dell’area mercatale e l’allestimento di un Ente Fiera permanente alla riapertura degli uffici sanitari dell’ASL, dalla valorizzazione del Parco Nazionale del Vesuvio e delle aree verdi comunali all’avvio di corsi di formazione volti ad arricchire le competenze professionali dei giovani.

La squadra di Ambrosio rappresenta un elemento di novità e di rottura rispetto al passato, essendo in gran parte formata da nuove proposte animate da idee brillanti, desiderose di mettersi alla prova per rendere la città più vivibile.

di Francesco Servino