Un caffè con… Intervista ad Emilio Ambrosio

Il Cactus Giornale ha incontrato Emilio Ambrosio, personalità dei social network con un grande seguito, candidato consigliere alle Comunali 2018 di San Giuseppe Vesuviano nella lista “Forza San Giuseppe“, con Antonio Agostino Ambrosio sindaco.

Emilio, vittima in passato di un incidente stradale, ha deciso di mettersi in gioco con tutta la sua esuberanza e simpatia, senza alcun timore di dire apertamente quello che pensa dell’amministrazione uscente targata Vincenzo Catapano: dalla sua candidatura passa la voglia di riscatto che accomuna gran parte dei sangiuseppesi, desiderosi di una città all’altezza del suo passato.

Chi è Emilio Ambrosio?

Emilio Ambrosio è una vittima di un incidente stradale. Una lunga trafila di ospedali, tra la vita e la morte. Nell’ultimo ospedale, a Milano, ho conosciuto il prof. Norberto Confalonieri, primario ortopedico del CTO di Milano, del quale parlerò sempre bene per tutta la vita, perchè mi ha aiutato nella riabilitazione. Dal CTO di Milano è partita la mia scalata al successo e oggi sui social posso competere con attori e attrici in quanto a seguito. L’onestà è la mia più grande dote: dico sempre la verità. Chi ha paura della verità va dicendo che ho perso la testa. Ma sono semplicemente io, Emilio Ambrosio“.

Come strumento di comunicazione hai scelto le dirette facebook e sono in migliaia a seguirti: quali sono secondo te le potenzialità dei social?

I social sono il mondo. Io sono su Twitter, Instagram e Facebook. Grazie ai social riesco a comunicare con le famiglie e con la gioventù e mi sono ricavato un enorme seguito. Sui social network sono il numero 1, senza sponsor e senza aiuti“.

Cosa pensi dell’amministrazione uscente di San Giuseppe Vesuviano?

Per me non ha fatto niente. Eravamo i primi, siamo diventati gli ultimi. Negli anni ’80 San Giuseppe Vesuviano era la Montecarlo del Sud. Oggi siamo gli ultimi. Paghiamo l’IMU più di Capri, meta turistica. Tutto quello che l’amministrazione sostiene di aver fatto è un diritto del cittadino. I certificati comunali, gli atti di nascita, le giostre, le illuminazioni natalizie sono un diritto del cittadino. La Vasca al Pianillo è una bomba tossica che ci sta divorando: in ogni famiglia c’è un tumore. Anche le zanzare ci divorano: non è mai stata fatta una disinfestazione! Non ci sono le fogne, le strade sono piene di “pezzotti” (rattoppi scadenti, ndr). Nei prossimi giorni pubblicherò dei documenti che confermano che San Giuseppe Vesuviano e Terzigno sono gli ultimi comuni della Campania. Non ho alcun timore a dire che gli amministratori uscenti sono dei papponi“.

Quali idee hai per il paese?

Voglio dare il paese in mano alla gioventù e alle famiglie: quello che mi dicono gioventù e famiglie quello ho intenzione di fare. L’amministrazione uscente non ha fatto niente: se qualcuno ha il coraggio di sostenere il contrario che parli con me“!

Quale messaggio vuoi lasciare ai lettori?

Di votare Emilio Ambrosio con Antonio Agostino Ambrosio sindaco, perchè è il re della politica. Adesso tutti si impegnano a far credere che vogliono realizzare tutto, quando per 5 anni non hanno fatto niente. Ricordatevi che non conta la propaganda, contano i risultati e i fatti. Sono quelli che contano veramente“.

di Francesco Servino