Atrani: Giovanni Prisco in mostra alla Casa della Cultura

Assemblare piccoli ferri per creare arredi spaziali, come tavoli, lampade, piantane e divani: è la tecnica messa a punto da Giovanni Prisco, che espone le sue opere alla Casa della Cultura di Atrani.

I lavori di Prisco, artista napoletano che a Conca dei Marini ha trovato una sua seconda casa, nascono tutte da brillanti intuizioni e il loro stile unico è così apprezzato da adornare diversi luoghi della Costiera Amalfitana, come la celebre Torre Normanna.

Oggetti d’arredo nei quali nulla è superfluo, “nulla è decoro aggiunto ma è tutto essenziale”, risultato finale della ricerca di un equilibrio dinamico volto a creare spazi di leggerezza visiva e a superare il giudizio di comodità di chi le prova.

Una fitta rete di tondini metallici e vetri colorati saldati tra di loro con inventiva si struttura fino a diventare funzione e forma: la mostra di Prisco, intitolata “Organismi d’Arredo“, ha riscosso notevoli apprezzamenti – anche da parte di studiosi di arte stranieri – ed è pertanto stata prorogata.

Un’occasione importante per scoprire un artista che sa attuare come pochi una ricerca sulle forme e sul vuoto, seguendo il celebre aforisma di Eraclito “Pánta Rheî” riguardo il tema del divenire: tutto scorre e nulla sta fermo.

Organismi d’arredo è visitabile fino al 20 Settembre 2018, dalle ore 15:30 alle 19:30.