Il regista vesuviano Jean-Luc Servino vince il Culver City Film Festival di Los Angeles

Un ambitissimo riconoscimento internazionale è stato vinto dal regista vesuviano Jean-Luc Servino, premiato al “Culver City Film Festival” di Los Angeles, una delle più prestigiose rassegne cinematografiche mondiali di cinema indipendente.

Servino si è aggiudicato la vittoria grazie al cortometraggio “Zackary“, dedicato a suo padre, battendo la concorrenza di migliaia di pellicole provenienti da tutto il mondo.

Protagonisti dello short movie vincitore sono gli attori Michele Mennella e Ciro Troise, nei ruoli rispettivamente di un ragazzo che ha smarrito la propria strada e di un barbone che lo aiuterà a ritrovarla.

Alla produzione hanno partecipato le attrici Rosa AcanforaBianca Ranieri, Maria Gaia Monsurrò e Francesco Servino nei panni di assistente alla regia.

Dopo la nomination al Golden Globe per il miglior film a “Chiamami col tuo nome” di Luca Guadagnino, papabile di vittoria agli Oscar, dall’America giunge un’altra soddisfazione per un regista italiano: il Culver City Film Festival, infatti, costituisce un’importante ribalta e la sua vittoria è stata un passo fondamentale per l’affermazione di molti filmmaker famosi.

Un ringraziamento doveroso va alle persone che collaborano con me e che mi supportano” ha dichiarato Jean-Luc a Il Cactus Giornale, “in particolare ai miei amici Tilde Girardi, Maria Gaia Monsurrò, Ida De Luca, Giuseppe Pesce, a mia madre Virginia e a mio fratello Francesco, oltre ovviamente a tutto il cast di Zackary. E’ un’emozione immensa essere premiati a Hollywood: penso che con impegno e dedizione qualsiasi traguardo sia raggiungibile”.

Soddisfazione per le città di San Giuseppe Vesuviano, di cui Jean-Luc è originario, e di Terzigno, dove il regista risiede da alcuni anni.