Parco Nazionale del Vesuvio, per non dimenticare…

Domenica 11 Dicembre alle ore 9 si terrà una passeggiata nei luoghi colpiti dall’incendio che lo scorso mese di Luglio ha devastato una grossa porzione di Parco Nazionale del Vesuvio e in particolare la pineta di Terzigno (NA), un disastro che con maggiore preparazione poteva probabilmente essere scongiurato.

L’escursione, organizzata dagli ambientalisti Ciro Teodonno, Salvatore Montella e Antonio Cocozza, toccherà quello che fino alla scorsa estate era uno dei luoghi più belli e affascinanti del Parco, fortemente e forse irrimediabilmente alterato dall’incendio. 

Un evento che non ha solo un valore escursionistico ma anche di presa di coscienza di quanto accaduto: accompagnati da un dottore in Scienze Forestali,  sarà possibile comprendere i danni e le conseguenze che essi avranno nel breve e lungo periodo sul prezioso e delicato ecosistema vesuviano.

Si partirà da Terzigno, dalla strada laterale al ristorante “Il Rifugio” in Via Zabatta: si percorrerà inizialmente un sentiero di campagna pieno di rifiuti urbani e speciali poi – per fortuna – ci si troverà in un paesaggio ameno, tra oliveti e vigneti, e si potranno osservare le interessanti lave del 1881-83, del 1929 e, in parte, quelle del 1906. Una volta in pineta si dipanerà lo spettacolo spettrale dell’incendio in tutta la sua drammaticità.

Ci si ricongiungerà poi all’antica strada Matrone a quota 595 metri: costruita dagli omonimi fratelli, facoltosi produttori di vino ed artefici delle prime due carrozzabili della storia del Vesuvio, parte da Boscotrecase e arriva fino alla base del cono.

Percorrendo la Matrone per 1,43 km si arriverà a stradello che condurrà in un bosco di ginestra etnea, arso anch’esso dalle fiamme di quest’estate, e dopo quasi due chilometri allo “slargo della Legalità” o “rifugio La Marca”.

Dopo la pausa pranzo, si scenderà per il il Vallone del Fico, uno scosceso e spettacolare percorso fatto di materiale piroclastico incoerenteper poi ricongiungersi, tra i vigneti, al percorso dell’andata e fare ritorno alle auto.

Di seguito il link dell’evento su facebook: www.facebook.com/events/1331979403488289/.

di Francesco Servino