Fiera natalizia a San Giuseppe Vesuviano: Ambrosio chiede lumi alla Procura

Una lettera del consigliere comunale Antonio Agostino Ambrosio indirizzata alla Procura della Repubblica di Nola chiede che venga fatta chiarezza su un procedimento che, circa un anno e mezzo fa, ha coinvolto il sindaco di San Giuseppe Vesuviano, Vincenzo Catapano, e l’assessore al commercio Enrico Ghirelli.

La vicenda riguarda la Fiera di Natale allestita nel 2015 nell’ex area delle Ferrovie dello Stato: un caso, si legge su un noto quotidiano, “che portò all’iscrizione nel registro degli indagati (per tentata concussione) del sindaco di San Giuseppe Vesuviano e dell’assessore Ghirelli, quest’ultimo interdetto dai pubblici uffici per un anno, provvedimento annullato dal Tribunale del Riesame tre mesi dopo la notifica dell’atto“.

Il dott. Ambrosio chiede alla Procura di “ottenere gli atti del procedimento in corso per consentire ogni opportuna valutazione in ordine alla costituzione di parte civile dell’Ente” e se “in caso di richiesta di rinvio a giudizio dei predetti Catapano e Ghirelli sia stato stato notificato al Comune di San Giuseppe Vesuviano, quale organo offeso, l’avviso di fissazione di udienza preliminare“.

Secondo quanto riportato dalla stampa, per la magistratura nolana “l’assessore, in concorso con il sindaco, abusando dei suoi poteri e al fine di evitare ricadute negative in termini di prestigio politico e consenso elettorale” avrebbe “tentato di costringere, unitamente al sindaco, il responsabile del locale Ufficio Commercio a firmare un provvedimento di autorizzazione allo svolgimento di una fiera natalizia su un’area privata (concessa in comodato d’uso all’Ente locale), in violazione di preciso divieto a tale destinazione d’uso“.